MAGNANO - Comune di Carpaneto Piacentino (PC)

VIVERE CARPANETO | Carpaneto e frazioni | MAGNANO - Comune di Carpaneto Piacentino (PC)

 

MAGNANO        

(351 mt. s.m. - km 10 da Carpaneto)

 

Magnano risulta la più decentrata tra le frazioni maggiori di Carpaneto da cui dista 10 Km circa.

LA borgata raggiunge a "IL POGGIO" con 369 m. d'altezza il vertice più alto del Comune.

Il borgo è conosciuto in tutta la provincia per la coltivazione intensiva della vite e per la produzione delle gustose ciliege selvaticone.

 

CASTELLO

Le prime notizie sul castello risalgono al 27 giugno 1288 nel Liber Mancassola, uno dei più antichi codici esistenti nell'archivio comunale, ove si legge che la famiglia Volta Landi alienava parte della proprietà a favore del casato dei Mancassola.

Il castello, collocato in una posizione isolata ma dominante sull'alta dorsale tra la val Chero e la val Segola, si svolge su una pianta fortemente irregolare, assimilabile grosso modo alla forma geometrica trapezoidale, per adattarsi al profilo dello sperone su cui sorge.

Il corpo di fabbrica è composto da tre massicci paramenti in sasso, con inserti in laterizio, orlati di solida merlatura guelfa e muniti di due torri: una quadrata verso occidente e l'altra circolare a meridione.

La costruzione si differenzia notevolmente dagli altri castelli piacentini sia per l'insolita geometria che per l'inconsueta esemplarità costruttiva.

L'edificio di abitazione addossato al recinto, prospetta sulla strada comunale.

 

PIEVE SAN MICHELE

Il settecentesco tempio, dedicato a San Michele Archangelo, ha subito alla fine del '800 profonde trasformazioni a causa della costruzione delle sei cappelle laterali e del rifacimento della facciata in stile neoclassico.

Al''interno, dietro l'altare maggiore, spicca la statua del patrono, opera di un anonimo del '700, racchiusa in una cornice in stucco di gusto rococò.

In una cappella laterale è stata costruita in fac-simile la Grotta di Massabielle davanti alla quale, ogni anno l'11 febbraio, si riuniscono in numerosi emigrati per pregare la Vergine Immacolata. Una lapide marmorea, murata nella parte sinistra della facciata, porta incisi i nomi, corredati da foto dei caduti in guerra.

 

CASTELLO RURALE DI GENEPRETO

L'esistenza di un antico fortilizio nella borgata dei Genepreto è confermata da una testimonianza diretta, scritta in lingua latina, conservata nell'archivio parrocchiale di Godi risalente al XVII secolo.

Dell'antico Castello resta solo una civile abitazione in sasso.

 

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (5 valutazioni)